Lotteria…una storia italiana

La storia delle lotterie ha origine dalla famosa Lotteria Italia nel lontano 1958, la quale veniva chiamata anche lotteria di Capodanno dove il costo del biglietto era di 500 Lire. 
Il 6 Gennaio, il giorno dell’Epifania, è stato sin dall’inizio il giorno scelto per l’estrazione dei biglietti vincenti. Ed è proprio il 6 gennaio 1959 che nacque questo oramai immancabile appuntamento dell’arrivo della dea fortuna, che arriva a bussare alle porte di qualche fortunato italiano.

Fino al primo decennio del 2000 la lotteria Italia, tra alti e bassi, ha sempre tenuto testa ed è sempre stata il gioco di punta, almeno fino all’ introduzione di nuovi giochi con modalità di vincita immediata.
La storia della lotteria è sicuramente tra le più durature tanto è vero che quest’anno compie ben 63 anni. Ancora oggi è abbinata alle più popolari trasmissioni televisive, le quali diventarono trasmissioni seguitissime grazie anche alla scelta di famosi conduttori della televisione italiana.

La trasmissione, a cui era associata la prima lotteria del 1958, che vedeva un montepremi di 100.000.000, era la gara canora “Canzonissima” condotto da Walter Chiari e Renato Taglia. Lo show vedeva vincitrice Nilla Pizzi che conquistò gli italiani e venne riconfermata anche per l’anno successivo.

Il costo del biglietto e il montepremi delle edizioni successive della Lotteria Italia rimasero invariati fino al 1961 dove il montepremi subisce un aumento fino a quota 150.000.000 ; e sempre abbinata al varietà Canzonissima fino al 1962.
L’anno successivo venne introdotto un nuovo show che accompagnò la lotteria: di “Gran Premio” che eredita da Canzonissima la gestione dell’estrazione della Lotteria. In seguito lo show viene ancora una volta sostituito da “Napoli contro tutti” che vide vincitore il grande Claudio Villa con l’intramontabile “O sole mio”.
Nel 1964, lo show televisivo viene cambiato ancora una volta con la “La prova del nove” condotto da Corrado e Walter Chiari, famosa edizione che vide squalificare le gemelle Kessler per il loro scandaloso abbigliamento e trionfare Gianni Morandi con “Non son degno di te”. Questa fu una delle edizioni più viste dato l’altissimo numero di telespettatori che toccò i 14 milioni di media.

Un numero ancora più alto di telespettatori si raggiunse l’anno successivo con bene 18 milioni, con la conduzione di Peppino de Filippo dal teatro delle Vittorie con “Scala Reale” una gara canora a squadre ispirata alle carte da gioco del poker.

Passando per “Partitissima”, che aprì le porte allo show del sabato sera dove gli ascolti continuano a salire toccando i 20 milioni. Nel 1968 ci fu il grande ritorno di “Canzonissima” e negli anni successivi ci fu un susseguirsi di grandi varietà e grandi protagonisti da Johnny Dorelli, Raffaella Carrà con il suo ballo diventato tormentone “Tuca Tuca”, Raimondo Vianello e Loretta Goggi.
Nel 1974 che il costo del biglietto passò da 500 a 1000 lire e il montepremi salì a 200.000.000 con il varietà condotto da Raffaella Carrà, la prima donna a condurre lo show dedicato alla lotteria dove lanciò anche il suo famoso brano “Rumore”.

Il 1975 decretò la fine del varietà “Canzonissima” con l’inizio di altri show non più incentrati sulla gara canora.
Con “Secondo Voi” condotto da Pippo Baudo ci fu la svolta con il primo spettacolo a colori abbinato alla lotteria Italia. L’anno seguente con “Io e la Befana” guidato dall’intramontabile coppia Sandra Mondaini e Raimondo Vianello il biglietto restò al costo di 1000 lire ed il montepremi arrivò a ben 300.000.000.
Le luci illuminarono il sabato sera con la nascita dello show “Fantastico” che vide susseguirsi ben 12 edizioni con i protagonisti assoluti della tv degli anni ’80 e ’90.

La prima edizione con donne di spicco come Loretta Goggi e la showgirl Heather Parisi dove entrambe cantavano e ballavano in cui lo show ottenne punte di ascolti che raggiunsero picchi di 25 milioni di telespettatori.
Il susseguirsi di edizioni negli anni vide ancora una modifica al premio della lotteria che la ritroviamo nel 1981 quando il montepremi salì a ben 500.000.000.

Variò anche il costo del biglietto che passò a 2.000 lire nel 1983 abbinato a “Fantastico 4” con Gigi Proietti, Teresa De Sio e Heather Parisi.

Raddoppiarono sia il costo che il montepremi nelle due annate di “Fantastico 6” e “Fantastico 7” con al timone Pippo Baudo che decretò il lancio di Lorella Cuccarini e vide protagonisti Alessandra Martines e il trio Solenghi-Marchesini – Lopez. Parliamo degli anni ‘85 e ‘86 dove il costo salì a ben 4.000 lire e il montepremi a 1.000.000.000 di lire. Quest’ultimo triplicò nel 1989 anche se la lotteria subì un calo di vendite rispetto all’anno precedente, dove si registrò un record di ben 38 milioni di biglietti venduti.

Iniziò anche un periodo di calo di ascolti e fu nel 1991 che si pensò a dare una svolta per la ripresa affidando la conduzione di ”Fantastico 12” a Raffaella Carrà affiancata da Corrado col quale non sembrava scorrere una buona intesa e lo show crollò definitivamente. Nel frattempo il costo del biglietto salì a 5.000 lire e il montepremi a 5.000.000.000. Passando per “Scommettiamo che? “ con il ritorno di Raffaella Carrà si riuscì a portare alla ribalta ascolti e vendite dei biglietti con il suo “Carramba che sorpresa”.

Si susseguono diversi show fino a scegliere di abbinare la lotteria nel 2004 ad “Affari Tuoi” il fortunato quiz di punta della Rai condotto da Paolo Bonolis dove oltre a vedere un montepremi finale di 5 milioni di euro in palio era possibile vincere ogni giorno 15.000 euro in uno dei pacchi fortunati.
Si ripassò poi al sabato sera con “Ballando con le stelle” per due edizioni, per poi riproporre Carramba che divenne a “Carramba che fortuna”. Si passerà poi al venerdì sera con “I migliori anni” per poi abbinare la Lotteria Italia al programma di successo del mezzogiorno “La Prova del Cuoco” con la brillante Antonella Clerici affidando però la serata finale dell’estrazione ancora al quiz “Affari Tuoi “questa volta condotto da Flavio Insinna. La medesima formula verrà poi adottata anche nel 2017 abbinando la serata finale al varietà “I soliti Ignoti” al quale è ancora affidata la lotteria Italia 2020 con estrazione il 6 gennaio 20121. Un appuntamento sempre atteso con la fortuna, con la storia e con la nostra Italia……Buona Fortuna!

Rendi la tua attività vincente

scegli la migliore offerta del mercato con i servizi altamente innovati

Utilizziamo i cookie per essere sicuri che tu possa avere la migliore esperienza sul nostro sito. Se continui ad utilizzare questo sito noi assumiamo che tu ne sia felice.